Saper fare, saper essere

 
La mia psicoterapia è quella ad Orientamento Costruttivista Intersoggettivo. Per saperne di più rimando al link che troverete in fondo a questa pagina, qui invece cercherò di spiegare gli aspetti più pratici di una psicoterapia di questo tipo, fermo restando un'inevitabile flessibilità sul metodo e sulla modalità.
Innanzi tutto c'è un primo colloquio in cui viene individuato un obiettivo terapeutico che risponde sostanzialmente alla domanda "Che cosa ti aspetti dalla psicoterapia".
Una volta individuata la meta, a patto che la persona non si trovi in una situazione di emergenza, il percorso inizia con 3-4 sedute in cui viene ripercorsa, a tappe cronologiche, la vita del paziente dall'anno zero fino al momento presente. Questa indagine è terapeutica in quanto utile per sistematizzare tempi e spazi e iniziare a dare un significato a ciò che siamo nel momento presente. Solitamente, ripercorrere passo passo il proprio percorso di vita è un'esperienza che comunemente non avviene e ha una valenza emotiva profonda ed emozionante.
In una fase più centrale della terapia si intrecciano la ricerca dei significati, che vanno a lavorare sulla creazione/valorizzazione dei propri valori personali, e l'esplorazione emotiva, attraverso l'uso della metafora, la tecnica della sedia vuota, i percorsi gestaltici e